OBIETTIVI

Il corso vuole dare informazioni su come gestire il cliente “irrazionale” nelle scelte di investimento, assicurative e previdenziali, e su quello che può essere il ruolo del consulente nell’offerta delle informazioni finanziarie.

Si analizza inoltre da cosa derivano le scelte di investimento, assicurative e di previdenza alternativa, e quali sono i fattori che influenzano le decisioni e la psicologia dell’investitore.

Infine si analizza la cultura finanziaria dell’investitore italiano e il ruolo del consulente.

DESTINATARI

Tutti

DURATA

1 ora

CONTENUTI

PARTE 1

Modulo 1 – La finanza comportamentale

  • Scenario
  • I fattori irrazionali nei mercati finanziari
  • Scelte razionali e irrazionali
  • L’approccio normativo e la teoria dell’utilità attesa
  • L’approccio descrittivo e la teoria del prospetto
  • L’approccio clinico e le ricerche sperimentali
  • Dr. Jekyll e Mr. Hyde
  • Learning Stop

 

Modulo 2 – I basic della consulenza e l’analisi dei dati

  • Scenario
  • I CO.CO.CO della fiducia
  • Il ruolo del consulente
  • Il rischio e l’incertezza
  • Financial Disclosure
  • Euristica e bias comportamentali
  • Learning Stop

 

Modulo 3 – Le scelte di investimento

  • Scenario
  • Fattori economici di contesto
  • Fattori comportamentali
  • Learning Stop

 

Modulo 4 – Le fasi del processo di investimento

  • Prima fase: scarsa diversificazione
  • Prima fase: condizionamento del passato
  • Prima fase: scarsa conoscenza
  • Prima fase: Information overload
  • Seconda fase: gestione dell’investimento
  • Terza fase: chiusura dell’investimento
  • Learning Stop

 

PARTE 2

Modulo 1 – Le scelte previdenziali

  • Scenario
  • I mutamenti del sistema e la previdenza complementare
  • Anomalie comportamentali
  • Primo passo: scelta di adesione
  • Secondo passo: tasso di contribuzione
  • Terzo passo: asset allocation
  • Quarto passo: rendita o capitale
  • Il contributo delle neuroscienze
  • Learning Stop

 

Modulo 2 – Le scelte assicurative

  • Scenario
  • Rischio puro e finanziario
  • Motivazioni economiche e comportamentali
  • La teoria del prospetto
  • Le nostre assunzioni iniziali sono state confermate?
  • Bias nel settore assicurativo 1/3
  • Ease of recall bias
  • Base rate neglect
  • Sample size neglect
  • Bias nel settore assicurativo 2/3
  • Choice Overload
  • Value of zero
  • Strategie confermative
  • Bias nel settore assicurativo 3/3
  • Endowment effect
  • Status quo bias
  • Learning Stop

 

Modulo 3 – Il ruolo del consulente e le tecniche di de-biasing

  • Scenario
  • Approccio paternalistico e approccio de-biasing though law
  • Indicatore di cultura finanziaria degli italiani
  • Alcune domande
  • Strumenti di miglioramento dell’educazione finanziaria
  • Programmi di debiasing
  • Tipologia e modalità di presentazione delle informazioni
  • Strumenti di potenziamento del servizio al cliente
  • Azioni dei consulenti
  • Mediazione del consulente tra “ottimo” e“desiderato”
  • Conoscenza approfondita del cliente
  • In conclusione
  • Learning Stop

REQUISITI TECNICI:

Acrobat Reader

I documenti PDF sono esportati per la versione 5 ma sono compatibili con le versione successive di Acrobat Reader rilasciate fino alla data di aggiornamento di questo file.

Browser

  • Internet Explorer 10
  • Internet Explorer 11
  • Mozilla Firefox
  • Google Chrome

JavaScript abilitato

Blocco popup disabilitato

Risoluzione video minima

I corsi sono ottimizzati per una visualizzazione a 1024×768 su pc e tablet da almeno 7 pollici.

Altoparlanti o cuffie (in caso di prodotti multimediali)

MODALITÀ DI TRACCIAMENTO DATI: SCORM 1.2

Certificazione/Attestato:

Report finali e Attestato di fruizione conformi alle disposizioni del Regolamento IVASS.

TECNOLOGIA DI SVILUPPO:

HTML5

PRODOTTO DA:

Piazza Copernico

Contenuti a cura di: Assoreti Formazione

Docente: Nicoletta Marinelli

CODICE CORSO:

0071_19_07