+39 06 835 212 31

Via Francesco Gentile 135 – RM

Seguici su:

 

 

 

 

ARTICOLO PER IL PROGETTO #BLOGGING

Pubblichiamo il quarto articolo per il progetto #blogging scritto dall’alunno Valerio

Cos'è l'intelligenza artificiale?

« L’intelligenza artificiale è una  disciplina appartenente all’informatica che studia i fondamenti teorici, le metodologie e le tecniche che consentono la progettazione di sistemi hardware e sistemi di programmi software capaci di fornire all’elaboratore elettronico prestazioni che, a un osservatore comune, sembrerebbero essere di pertinenza esclusiva dell’intelligenza umana. ». Questa è la definizione che Marco Sovalmico, ingegnere italiano, dà dell’intelligenza artificiale.

In parole povere, AI, Artificial Intelligence  è una disciplina che si occupa di avvicinare le capacità delle macchine a quelle dell’uomo.

Questo tema, evidentemente, è soggetto a molte discussioni tra gli intellettuali di tutto il mondo, sia dal punto di vista etico, sia dal punto di vista delle potenzialità e possibilità di applicazione.

Molti, infatti, vedono l’intelligenza artificiale  come un nemico, pronto a rubare il nostro posto di lavoro o a renderci “pigri”.  Queste persone non si rendono conto che in realtà l’intelligenza artificiale ha già migliorato la loro vita: si va dalla capacità del termostato di percepire un abbassamento o innalzamento della temperatura, all’automobile in grado di avvertire la presenza di un pedone ed eventualmente di frenare; rimanendo nella vita quotidiana, l’intelligenza artificiale viene applicata, per esempio, in campo medico nel diagnosticare un tumore o percepire il battito cardiaco, ma anche per analizzare molecole o cellule.

Che vantaggi può trarre la formazione E-Learning dall'A.I.?

Nel campo della formazione a distanza,  l’intelligenza artificiale ha già numerose applicazioni, soprattutto nel campo dei ” tutor intelligenti”: questi funzionano come dei docenti, e aiutano il discente nell’apprendimento fornendogli feedback e analizzando i suoi risultati nei test.

Gli e-learning chatbot possono diventare assistenti virtuali che guidano gli studenti nel loro percorso scolastico e universitario, o i dipendenti nel loro percorso di formazione professionale,

Le macchine dotate di A. I. possono anche facilitare l’analisi statistica dei big data, aiutando lo sviluppo di sistemi in grado di analizzare nei minimi dettagli i risultati dei discenti e di individuare quale formazione è stata più efficace e/o in quale campo.

Una applicazione di A.I. : Chatbot del Politecnico di Milano

 Fra le applicazioni di intelligenza artificiale già in uso, segnaliamo quella dell’ateneo milanese, che ha recentemente sviluppato – in collaborazione con IBM –  un sistema di assistenza 24h per la vita quotidiana dei propri studenti.

POLIMI CHATBOT è una segreteria virtuale che risponde a domande di vario genere di interesse generale per gli studenti (ammissioni ai corsi, tasse universitarie, richieste di certificati).

 

Il sistema è aperto a tutti, senza bisogno di autenticazione:

https://www.polimi.it/studenti-iscritti/contatti/chatbot/

Articolo scritto da: Valerio

Con la supervisione della redazione di Piazza Copernico

Entra nel Team

Per mantenere elevato il livello di qualità del nostro lavoro, ricerchiamo costantemente professionisti di esperienza.