OBIETTIVI

L’obiettivo del corso, in rispetto dell’Accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012 e s.m.i. è fornire conoscenze e metodi ritenuti indispensabili per conoscere i rischi specifici del lavoratore impiegato in aziende sanitarie.  Conoscere l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e il quadro normativo che disciplina la sicurezza e salute sul lavoro. La formazione vuole inoltre sviluppare capacità analitiche (individuazione dei rischi), comportamentali (percezione del rischio), fornire conoscenze generali sui concetti di danno, rischio, prevenzione, concetti e approfondimenti legislativi compresi gli organi di vigilanza in materia di sicurezza e salute sul lavoro.

DESTINATARI

Il target del corso è composto da lavoratori che operano in campo sanitario e che hanno l’obbligo normativo di formazione/informazione sul tema della sicurezza, secondo quanto stabilito dall’accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 8 dell’11 gennaio 2012.

DURATA

8 ore

CONTENUTI

 

Modulo 1 – La sicurezza sul lavoro: prevenzione e protezione

Le novità e le caratteristiche generali

– Presentazione
– Le finalità del D.Lgs. 81/2008
– I testi di legge abrogati e l’entrata in vigore del TU
– Architettura del D.Lgs. 81/2008
– Alcune tra le modifiche principali
– I concetti principali
 In una piccola azienda di consulenza finanziaria…
– Il campo di applicazione
– Il campo di applicazione: tipologie di lavoratori tutelati
Il campo di applicazione: telelavoro
– Riepilogo della lezione

La valutazione dei rischi

– Presentazione
– Il nuovo ufficio
– Il processo di valutazione dei rischi
– Rischi per la salute e rischi per la sicurezza
– La valutazione dei rischi
– Il significato della valutazione dei rischi
– Un esempio di tabella per la valutazione qualitativa dei rischi
– Il contenuto del documento di valutazione dei rischi
– Mettiti alla prova!
– La gestione della valutazione dei rischi
– Il nuovo ufficio “sicuro”
– Riepilogo della lezione

Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria

– Presentazione
– La prevenzione
– Le misure di prevenzione e protezione
– Applicazione delle misure di prevenzione e protezione
– L’informazione e la formazione
– L’informazione
– La formazione adeguata: tempistica e contenuti
– La formazione adeguata: modalità
– Mettiti alla prova!
– La sorveglianza sanitaria: obiettivi e tipologie di visita medica
– La sorveglianza sanitaria: tipologie di visita medica
– Mettiti alla prova!
– L’attività di sorveglianza sanitaria
– I provvedimenti per mancata idoneità
– Riepilogo della lezione

Il contratto di appalto e la documentazione tecnico-amministrativa

– Presentazione
– I rischi da interferenza
– Problemi di orari…
– Gli obblighi contrattuali
– I contratti di appalto e la sicurezza
– La valutazione dei rischi di interferenza
– Riepilogo della lezione

La gestione delle emergenze

– Presentazione
– Pericolo incendio
– L’analisi delle emergenze
– Disposizioni generali
– Mettiti alla prova!
– Il primo soccorso
– La classificazione delle aziende
– La prevenzione incendi
– La prevenzione incendi: ulteriori specificazioni
– Un pericolo scampato
– Riepilogo della lezione

TEST FORMATIVO 1

Modulo 2 – Gli attori coinvolti e i loro compiti

Il sistema istituzionale

– Presentazione
– Gli enti pubblici aventi compiti in materia di salute e sicurezza sul lavoro
– Attività svolte da INAIL
– INAIL
– Ex ISPESL
– Ex IPSEMA
– Commissione per gli interpelli
– Le attività di vigilanza
– Mettiti alla prova!
– Riepilogo della lezione

Gli attori della sicurezza: soggetti obbligati

– Presentazione
– Le figure di garanzia
– La definizione del datore di lavoro
– Gli obblighi del datore di lavoro non delegabili
– Gli obblighi delegabili del datore di lavoro
– Gli obblighi del datore di lavoro e del dirigente
– La definizione e gli obblighi del dirigente
– La definizione e gli obblighi del preposto
– Gli obblighi del preposto
– La delega di funzioni
– Mettiti alla prova!
– Il lavoratore
– La figura del lavoratore
– Gli obblighi del lavoratore
– I progettisti, i fabbricanti e fornitori, gli installatori
– Riepilogo della lezione

Gli attori della sicurezza: altri soggetti

– Presentazione
– Il Servizio di Prevenzione e Protezione (SPP)
– I compiti dell’SPP
– I requisiti professionali dei Responsabili e Addetti all’SPP
I corsi per RSPP e ASPP
– Il medico competente
– Gli obblighi del medico competente
– Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza
– L’elezione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza
– Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale
– Mettiti alla prova!
– Le attribuzioni dei rappresentanti dei lavoratori
Le attribuzioni e i diritti del Rappresentante dei Lavoratori
– La riunione periodica
– Gli organismi paritetici
– Riepilogo della lezione

Le sanzioni e le disposizioni in materia penale e civile

– Presentazione
– I reati contravvenzionali
– L’istituto della prescrizione
Cosa succede dopo una prescrizione?
– Il peso delle sanzioni
– Alcune sanzioni a carico del datore di lavoro
– Alcune sanzioni a carico del datore di lavoro e del dirigente
– Alcune sanzioni a carico del preposto
– Alcune sanzioni a carico del lavoratore
– Contravvenzioni punite con la pena del solo arresto
– Contravvenzioni punite con la pena del solo arresto: un esempio
– La responsabilità amministrativa delle imprese
Riepilogo della lezione

TEST FORMATIVO 2

Modulo 3 – Sicurezza e salute in ambito sanitario

Le figure professionali coinvolte

– Applicazione del Testo Unico nell’ambito sanitario
– Caso parte 1
– Figure professionali comuni
– Lavoratori in formazione
– Volontari e altre figure
– Learning stop
– Caso parte 2

Il rischio infortuni

– Caso parte 1
– I rischi per la sicurezza
– I rischi per la salute
– I rischi trasversali o organizzativi
– Le tipologie di rischio
– Infortunio sul lavoro
– Learning stop
– Definizioni generali
– Le patologie denunciate in ambito sanitario
– Near misses: Quasi incidenti
– Le segnalazioni al SPP
– Caso parte 2

Infortuni e malattie professionali nel comparto sanitario

– Caso parte 1
– Analisi degli infortuni
– Analisi delle malattie professionali
– Le asme bronchiali
– Il rischio di ipoacusie
– Learning stop
– Le malattie cutanee
– L’esposizione a radiazioni ionizzanti
– L’attivazione degli Organi di Vigilanza
– Caso parte 2

Modulo 4 – Fattori di rischio specifici

Fonti di pericolo e rischi in ambito sanitario

– Caso parte 1
– I fattori di rischio tipici in ambito sanitario
– I rischi generici
– I rischi biologici
– I rischi chimici
– I rischi fisici
– I rischi meccanici
– I rischi termici
– Learning stop
– Altri rischi
– Caso parte 2

Informazione, formazione e addestramento

– Caso parte 1
– Definizioni
– Le tappe della formazione
– Quando è necessaria la formazione?
– Learning stop
Caso parte 2

Focus su alcuni fattori di rischio

– Caso parte 1
– Elettricità e sicurezza
– Lesione da corrente elettrica
– Effetti della corrente elettrica sul corpo umano
– Macroshock
– Regole generali di comportamento
– Microshock
– Tipologie di prese elettriche
– Utilizzo e classificazione dei locali per attività sanitarie
– Scheda di classificazione dei locali ad uso medico
– Area interventistica emodinamica
– Learning stop
– Uso corretto dei gas medicinali
– Tipi di flussometro
– Le bombole di gas medicinali
– Avvertenze per l’uso di bombole di gas compresso
– Caso parte 2

Il rischio correlato all’uso di scale portatili e sgabelli

– Caso parte 1
– Utilizzo in sicurezza delle scale portatili e degli sgabelli
– Gli incidenti derivanti da scale portatili
– Misure di riduzione del rischio
– Uso corretto delle scale
– Learning stop
– Le regole per lavorare in sicurezza
– Caso parte 2

La sorveglianza sanitaria

– Caso parte 1
– Il profilo di rischio legato alla mansione
– Il protocollo della sorveglianza sanitaria
– Il giudizio di Idoneità alla mansione specifica
– La valutazione dei rischi per le lavoratrici madri o in gravidanza
– Learning stop
– La dichiarazione dello stato di gravidanza
– Caso parte 2

Modulo 5 – Dispositivi di Protezione in ambito sanitario

Selezione e gestione dei Dispositivi di Protezione Individuale

– Caso parte 1
– Cosa sono i DPI?
– I DPI come mezzo di tutela
– Caratteristiche e classificazione dei DPI
– Responsabilità e obblighi del datore di lavoro
– Gli obblighi dei lavoratori
– I Dispositivi di Protezione ad uso collettivo
– Learning stop
– La scelta dei DPI
– Criticità nell’utilizzo dei DPI
– Caso parte 2

I DPI in ambito ospedaliero

– Caso parte 1
– Quali DPI si utilizzano in ambito ospedaliero?
– DPI di Protezione da rischio biologico
– DPI di Protezione da rischio fisico
– DPI di Protezione da rischio chimico
– Learning stop
– Responsabilità e obblighi del datore di lavoro
– Caso parte 2

 

Modulo 6 – Rischio incendio e Piani di Emergenza

Il rischio incendio nelle strutture sanitarie

– Caso parte 1
– L’alto rischio nelle strutture ospedaliere
– Le principali cause di incendio
– I locali più a rischio
– Come si innesca un incendio?
– La riduzione del rischio
– Learning stop
– La frequenza negli orari notturni
– Caso
– Triangolo del fuoco in sala operatoria
– Prevenire gli incendi in sala operatoria

Le regole di comportamento in caso di incendio

– Caso parte 1
– Principi di comportamento in caso di incendio
– Regole generali
– Disposizioni operative: come dare l’allarme
– Learning stop
– Caso parte 2

Il Piano di Emergenza

– Caso parte 1
– Cos’è un’emergenza?
– La pianificazione delle azioni di intervento
– La complessità di un Piano di Emergenza
– Gli obiettivi del Piano di Emergenza e i compiti dei lavoratori
– Learning stop
– Le caratteristiche del PE
– Caso parte 2

Modulo 7 – Rischi da lavoro a turni

Parte generale: la normativa di riferimento, dati statistici

  • Premessa
  • Decreto legislativo n. 66 del 08.04.2003
    • Definizione di lavoro a turni
    • Riposo giornaliero
    • Le pause
    • I riposi settimanali
    • Le ferie
    • Definizione di lavoro notturno
    • Limitazioni del lavoro notturno
    • Durata del lavoro notturno
  • Dati statistici sul lavoro notturno
  • Dati statistici sugli infortuni
  • Classificazione dei turni
    • Turni a orario normale o fisso
    • Turni a ciclo diurno
    • Turni a ciclo continuo o sulle 24 ore

Effetti a breve e medio termine del lavoro a turni

  • Effetti del lavoro a turni sui lavoratori
  • Rischio per la salute e la sicurezza
  • Interferenze sull’assetto biologico – Jet Lag
  • Ritmo circadiano
  • Ritmo circadiano e jet Lag
  • Disturbi e patologie del sonno
  • Disturbi digestivi
  • Fatica, errori e infortuni
  • Interferenze sul piano sociale
  • Effetti sulla sfera psico-affettiva
  • Patologie cardiovascolari
  • Effetti sulla salute delle donne
  • Tumori
  • Disfunzioni metaboliche

Misure personali di prevenzione e protezione

  • Interventi compensativi (coping strategy) da parte dei lavoratori
  • Igiene del sonno
  • Dieta equilibrata e sana
  • Uso di sostanze voluttuarie
  • Mantenere buone condizioni fisiche
  • Organizzare la vita familiare
  • Mantenere i rapporti sociali

 Il colpo di sonno e gli incidenti in itinere

  • Il colpo di sonno e gli incidenti in itinere
  • Infortuni in itinere e sonno

Il sonno: analisi ed elementi caratteristici

  • La veglia
  • Sonno e riposo
  • Fase non REM
  • Fase REM
  • Polisonnografia
  • Stadi del sonno REM
  • Ritmo del sonno
  • Funzione psicologica del sonno
  • Consapevolezza del bisogno
  • Ristorazione e protezione
  • Il fabbisogno di sonno/riposo
  • L’addormentamento
  • Ritmi circadiani
  • Fabbisogno di sonno nelle diverse fasce d’età
  • Fattori che influiscono sul sonno e sul riposo
  • Segni e sintomi nelle alterazioni del sonno
  • Insonnia
  • Autovalutazione

TEST FINALE

REQUISITI TECNICI:

Acrobat Reader

I documenti PDF sono esportati per la versione 5 ma sono compatibili con le versione successive di Acrobat Reader rilasciate fino alla data di aggiornamento di questo file.

Browser

  • Internet Explorer 10
  • Internet Explorer 11
  • Mozilla Firefox
  • Google Chrome

JavaScript abilitato

Blocco popup disabilitato

Risoluzione video minima

I corsi sono ottimizzati per una visualizzazione a 1024×768 su pc e tablet da almeno 7 pollici.

Altoparlanti o cuffie (in caso di prodotti multimediali)

MODALITÀ DI TRACCIAMENTO DATI: SCORM 1.2

TECNOLOGIA DI SVILUPPO:

HTML5

PRODOTTO DA:

Piazza Copernico

Contenuti a cura di:

IRCCS Ospedale San Raffaele

CODICE CORSO:

 

0002_21